Il percarbonato di sodio è un prodotto derivato dalla reazione chimica di decomposizione di carbonato di sodio e acqua ossigenata. Non contiene enzimi, tensioattivi o sbiancanti ottici, né fosforo o allergeni. E’ un prodotto completamente dermocompatibile, anche per la pelle sensibile e delicata dei bambini.

La sua caratteristica principale è di essere uno sbiancante, ecologico e non inquinante, principalmente utilizzato come additivo al detersivo per il bucato liquido o in polvere, si può inserire un cucchiaio di percarbonato direttamente nel cestello della lavatrice.

Ma ha anche altre notevoli funzioni:

E’ un sostituto eccezionale e naturale della candeggina.

  • Riporta bianco candore ai capi ingrigiti ed ingialliti.
  • Ha un’ azione detergente e igienizzante, ma è delicato, utilizzabile in sicurezza anche sui capi colorati. Non è invece compatibile con il lavaggio di capi scuri e dei capi in seta, lana, lino e pelle.
  • Smacchia già a 30 gradi, in quanto sviluppa ossigeno attivo già a basse temperature. Consentendo così di eseguire lavaggi a basse temperature, ma efficaci, con conseguente risparmio energetico. Per le macchie ostinate, oltre che nel bucato a mano e in lavatrice, può essere utilizzato direttamente sulla macchia e nel prelavaggio. Non si deve usare sulle macchie di sangue, perchè l’ossigeno fisserebbe nella trama del tessuto il ferro presente.
  • Addolcente in presenza di acque dure, agisce a tutti gli effetti da ammorbidente.

L’efficacia del percarbonato non si limita però al solo bucato, ma può essere anche impiegato per detergere e igienizzare gli elettrodomestici, come la lavastoviglie, le stoviglie in ammollo, e per pulire le superfici lavabili, come pavimento, sanitari, piastrelle, fornelli.

Non è da confondere con il perborato di sodio, presente in molti detersivi tradizionali, ingrediente controverso, non biodegradabile e potenzialmente allergizzante e irritante per l’ uomo.

Non va mescolato con gli acidi (ad esempio acido citrico, aceto o limone) in quanto i due ph si neutralizzano a vicenda.

COME CREARE UN DETERGENTE MULTIUSO CON IL PERCABONATO DI SODIO

INGREDIENTI*
▪️percarbonato di sodio  (1 cucchiaino da caffè)
▪️mezzo litro d’ acqua
▪️oli essenziali a piacere (facoltativi)

*PROCEDIMENTO*
Riscaldare l’ acqua (mezzo litro) NON BOLLIRE, aggiungere quindi un cucchiaino da caffè di percarbonato. Mescolare, con un cucchiaio di legno, finchè non si scioglie completamente. Lasciare raffreddare e mentre è tiepido aggiungere 5 gocce di oli essenziali a piacere (facoltativo). Agitare prima dell’ utilizzo, poichè gli oli essenziali si depositano in superficie . Inserire in un flacone spray e spruzzare direttamente sulle superfici da pulire, asciugare con un panno in cotone. Igienizza e disinfetta, oltre che detergere. Per piastrelle, fornelli, sanitari, ecc…  Questo detergente è efficace, economico, ma soprattutto rispettoso dell’ ambiente, a differenza dei tradizionali prodotti presenti in commercio già pronti all’ uso, aggressivi, irritanti, potenzialmente allergizzanti e altamente inquinantI

L’Acido Citrico è uno degli acidi più diffusi negli organismi animali, vegetali finanche nei microrganismi. Tuttavia è nella frutta del genere Citrus (Limoni, Lime, Arance, ecc) che si può trovare massimamente presente.

Fu scoperto ed isolato nel limone, nel 1784, da Carl William Scheele che, da questo frutto, ricavò l’Acido Citrico sotto forma di cristalli. Nel 1893, a seguito di questa scoperta, si notò che anche la muffa del genere Penicillium poteva produrre Acido Citrico e che ciò avveniva a partire dallo zucchero.

Con il progredire della ricerca e con un sempre maggiore bisogno di questo acido a livello industriale, dopo aver scoperto che alcuni ceppi di Aspergillus niger ne producevano in grandi quantità, si avviò una ampia produzione a livello industriale, ancora oggi attiva. Lo si può trovare in commercio sotto forma di polvere cristallina.

L’Acido Citrico è utilizzato nella cosmesi come regolatore di pH o agente esfoliante, nell’industria farmaceutica, nell’industria chimica e anche in quella alimentare (E330) come additivo e conservante. Peraltro può essere un ottimo sostituto di molti prodotti per la pulizia che ad oggi sono altamente inquinanti.

PERCARBONATO DI SODIO SBIANCANTE NATURALE ALTERNATIVO ALLA CANDEGGINA

Il percarbonato di sodio è uno sbiancante eco-compatibile e non inquinante. Nei detersivi ha sostituito il perborato di sodio. Svolge allo stesso tempo una azione sia detergente che sbiancante.